Aiutami a farlo da solo

L’indipendenza è l’impulso più forte dei bambini. Mentre si impegnano per conquistarla si divertono a esercitare e affinare molte capacità.

Sin dalla più tenera età, i bimbi vogliono praticare le attività che li renderanno indipendenti. Insegnando loro a fare le cose da soli (per esempio, vestirsi, laversi i denti, versarsi le bevande e prepararsi uno spuntino), li metterete sulla strada dell’autonomia.

A seconda dell’età, i bambini possono rendersi molto utili in casa. Sanno ripulire la cameretta, tagliare le verdure, riordinare, spolverare e, in genere, darci una mano in cucina. Sono in grado di apparecchiare, portare le pietanze in tavola, disporre fiori e altre decorazioni.

Possono anche assimilare le buone maniere, accogliere gli ospiti sulla porta ed essere bravi padroni di casa per gli amici e i parenti che vengono a trovarci. Se guidati con gentilezza, imparano ben presto a lavorare senza creare confusione, a rimettere in ordine e a partecipare alle faccende domestiche, e amano esercitare queste capacità.

Il senso dell’io. I bambini che si sentono rispettati e competenti godono di un benessere emotivo maggiore di quelli che vengono solo coccolati. Le attività proposte  sono studiate per insegnare a vostro figlio specifiche capacità di vita quotidiana che lo aiuteranno a diventare sempre più autonomo e sicuro di sé. Lo scopo non è soltanto l’apprendimento della facoltà in questione, ma anche lo sviluppo di un senso di calma, concentrazione, collaborazione, autodisciplina e fiducia in sé. Molte attività hanno anche un obiettivo sociale, perché sono finalizzate a insegnare l’autocoscienza, la sensibilità verso gli altri e la solidarietà nei confronti della comunità.

I genitori devono dare il buon esempio e fungere da modello comportamentale per le capacità di vita quotidiana. Dobbiamo essere quilibrati, determinati, precisi, affettuosi e generosi. Per Maria Montessori “l’essenza dell’indipendenza è poter fare qualcosa per il proprio io. Questa esperienza non è soltanto un gioco. E’ un lavoro che i bambini devono svolgere per crescere”.

Lezioni di vita.  E’ possibile suddividere in tre aree le lezioni che vostro figlio impara:

  • cura di se stesso
  • compiti quotidiani nell’ambito domestico
  • garbo e cortesia.

Molte di queste lezioni richiedono la padronanza di capacità motorie come allacciare un bottone, versare un liquido da una caraffa o spostare gli oggetti senza farli cadere. Sono insegnamenti che quasi tutti i genitori cercano di impartire ai figli quando sono molto piccoli…..

Il metodo più efficace per capire quando è arrivato il momento giusto è prestare attenzione a ciò che il piccino dice, non solo con le parole, ma con le azioni. Per esempio, a un certo punto, cercherà di tenere in mano una tazza. Quella è l’occasione migliore per iniziare a insegnargli a bere da solo.

 (da “I bambini hanno bisogno di fiducia – Il metodo Montessori oggi per crescere figli felici”  di Tim Seldin – Fabbri Editori)