PERCHÈ “PORTO IL MONTESSORI” IN QUESTO MODO NELLE FAMIGLIE: LA CRESCITA DI UN BAMBINO…LA RINASCITA DI UN ADULTO

“La psicologia moderna e specialmente la psicoanalisi, scienza di moda oggi, seguono il metodo di indagare nell’anima dell’adulto, quasi si può dire applicando una sonda, per rintracciare le cause profonde che, nella lontana infanzia, hanno potuto dare origine ai suoi presenti difetti di carattere, ai suoi per turbamenti, ai suoi squilibri fisici e mentali.
Per curare l’uomo, cioè, si è pensato di ricercare come era da bambino, perché nel bambino si formano quei difetti, che viziano quasi sempre irreparabilmente, la personalità dell’adulto. La scienza moderna ha confermato quanto io vado dicendo da molti anni, e, cioè, che soltanto attraverso lo studio delle facoltà del bambino, che è un nucleo vitale e dinamico, si può arrivare a comprendere e ad aiutare l’adulto. Un esame approfondito del problema, ci porta naturalmente a considerare la necessità di adottare il procedimento inverso a quello cui abbiamo accennato.
Si è sempre detto che è l’umanità che deve aiutare il bambino, l’essere debole, privo di intelligenza e di forze. Ma noi pensiamo, invece, che l’umanità debba ricorrere al bambino per farsi aiutare da lui, per orientarsi, per trovare la strada giusta. Solo il bambino può aiutare l’umanità a risolvere una grande quantità di problemi sociali ed individuali.
Il bambino non è debole e povero: il bambino è il padre dell’umanità e della civilizzazione, è il nostro maestro, anche nei riguardi della sua educazione. Questa non è una esaltazione fuori misura dell’infanzia: è una grande verità.

La mente del bambino prende le cose dall’ambiente e le incarna in se stesso. Questa “mente assorbente” non assorbe, però, come una spugna che lascia passare l’acqua e non la trattiene; la mente del bambino assorbe definitivamente, e così facendo crea il carattere dell’uomo.
E questo non avviene per eredità, ma per effetto di una potenzialità creatrice del bambino. Tutti i bambini della terra seguono questa legge, allo stesso modo, con la stessa intensità e la stessa forza. Questa facoltà di creazione non è la prerogativa di una razza, piuttosto che di un’altra, ma è inerente alla natura del bambino.
Ecco il punto importante: i caratteri psichici, che oggi dividono l’umanità e causano tante lotte, sono stabili, sì, ma non immutabili. È il bambino che li crea.
E poiché noi abbiamo il modo di guidare il bambino, è chiaro che la formazione dell’uomo è nelle nostre mani: per questa via siamo in grado di formare il cittadino del mondo. Lo studio del bambino piccolo è fondamentale per il progresso e per la pace dell’umanità.”
Concludo sottolineando la grande responsabilità che noi genitori o adulti, che abbiamo l’opportunità di essere d’aiuto alla crescita dei nostri bambini, abbiamo oggi per l’uomo o la donna adulti che saranno domani: più fiduciosi in loro stessi, più sicuri di loro, più creativi, più liberi di scegliere e più liberi dal giudizio degli altri!
Come dice una mia carissima amica nonché formatrice…. Accorgiamoci!
Buon lavoro a voi tutti…

Alessia Salvini TataFamilyCoachMontessori
IL MONTESSORI A CASA di Alessia Salvini