Articoli

Montessori – Il Bambino e il Genitore nascono quando la loro anima sente se stessa, si fissa, si orienta, sceglie.

“La libera scelta è la più alta attività: solo il bambino, che conosce ciò di cui ha bisogno per esercitarsi e sviluppare la sua vita spirituale, può in verità scegliere liberamente.
Non si può parlare di libera scelta quando ogni oggetto esterno richiama ugualmente il bambino ed egli, mancando di potere volitivo, segue ogni richiamo e passa dall’una cosa all’altra senza posa. Questa è una delle più importanti distinzioni che (l’adulto) deve saper fare.
Il bambino che non sa ancora obbedire a una sua guida interiore non è il bambino libero che si mette sulla strada lunga e stretta della perfezione. E’ ancora lo schiavo di sensazioni superficiali che lo lasciano in balia dell’ambiente; il suo spirito rimbalza da un oggetto all’altro come una palla. L’uomo nasce quando la sua anima sente se stessa, si fissa, si orienta, sceglie.
Questo semplice e grande fenomeno si rivela in ogni essere creato. Tutti gli esseri viventi possiedono il potere di scegliere, in un ambiente complicato e di molti aspetti, ciò, e soltanto ciò, che è necessario a mantenere la vita.
Le radici di ogni pianta cercano fra i molti elementi del suolo quelli di cui hanno bisogno; un insetto sceglie determinatamente e si fissa sul fiore fatto per riceverlo. Nell’uomo lo stesso meraviglioso discernimento non è semplice istinto, ma qualcosa che deve essere conquistato.
I bambini hanno, specialmente nei primi anni, un’intima sensibilità come necessità spirituale, che educazione mal diretta o repressioni possono far svanire e sostituire con una specie di schiavitù dei sensi esterni verso ogni oggetto dell’ambiente.
Noi stessi abbiamo perduto questa profonda e vitale sensibilità e dinanzi ai bimbi, in cui la vediamo risorgere, ci troviamo come dinanzi a un mistero rivelato”.
(Maria Montessori – “La mente del bambino”)

Proprio davanti a queste parole di Maria Montessori non dobbiamo aver paura di sbagliare…dobbiamo imparare, il nostro bambino è giunto a noi, nella nostra vita con lo scopo di darci una possibilità: quella di evolvere, quella di essere persone migliori. Tutti abbiamo vissuto e viviamo questa esperienza, sta solamente a noi la scelta di “come” vogliamo viverla.
Facciamo oggi una cosa diversa, un esercizio su di noi, cerchiamo di liberarci il più possibile da tutti i possibili condizionamenti sui bambini, pensiamo e immaginiamo che lui oggi sia un maestro, una persona di grande profondità spirituale, venuto a trovarci per aiutarci in questo nostro momento della nostra vita. Come vi sentite?

Ricordatevi che ogni cosa che ci “arriva” nella nostra vita è ciò di cui abbiamo bisogno in quel momento per evolvere, per migliorarci; e il nostro bambino…. così impegnativo rispetto ad altri,  che a volte ci mette davvero in crisi….
Beh! Dobbiamo ringraziarlo quel Bambino perchè più le difficoltà di quel momento, più l’impegno richiesto è grande e più sarà grande la nostra crescita e di conseguenza anche quella di nostro figlio.
Non arrendetevi mai….avete davanti a voi il dono più grande che la vita poteva farvi….sta solo a voi la volontà di ‘vederlo’.

Alessia Salvini Tata&FamilyCoach Montessori
IL MONTESSORI A CASA di Alessia Salvini

L’importanza del rispetto

Alcuni genitori pensano di poter crescere e plasmare la personalità e il futuro dei loro bambini attraverso disciplina e severità.

I bambini, invece, dentro loro stessi hanno già “impressa” la traccia del loro sviluppo. Già dai loro primi tentativi nell’esprimere la loro individualità sono a tratti incerti e esitanti, il nostro obiettivo in questi casi deve essere aiutarli a crescere indipendenti e responsabili. Purtroppo però come genitori, a volte si rischia di essere troppo protettivi non rendendoci conto che i nostri figli possono imparare a vivere solo attraverso l’esperienza vera e propria. Dobbiamo imparare a dar  più fiducia a loro e anche noi stessi!

Quello che noi genitori vogliamo è che i nostri figli vivano in pace e armonia con loro stessi, con le altre persone e con l’ambiente circostante. Facciamo del nostro meglio per creare un contesto in cui imparino a comportarsi come futuri individui autonomi e fiduciosi nelle proprie capacità.

Per riuscire in questa grande opera, noi genitori dobbiamo trattarli con Rispetto, come “esseri umani completi” affidati ora, nel momento più importante per la loro crescita, alle nostre cure. I bambini devono comprendere che è bello Essere come sono! Attenzione, perchè se credono di non essere all’altezza delle nostre aspettative, oppure di averci delusi, è molto probabile che la loro crescita sarà segnata da “cicatrici emotive”.

Comprendo che alcuni di questi concetti possano sembrare a volte forse “troppo duri” per alcuni di voi, ma sono proprio le parole che Maria Montessori scrive e spiega nei suoi libri.

Quello che voglio, è proprio sensibilizzare ogni genitore, ogni adulto che vive a contatto con un bambino, ad ampliare le proprie conoscenze  e ad approfondire importanti argomenti legati a una crescita più consapevole del proprio figlio.

Quindi forza, coraggio, determinazione e costanza per un impegno sicuramente non facile oggi per voi, perchè sapete bene che l’educazione di vostro figlio passa prima (e inevitabilmente) dall’educazione di voi stessi, ma che sicuramente darà straordinari risultati  nell’adulto che vostro figlio sarà domani….ve lo garantisco!

Alessia Salvini – Tata & Family Coach Montessori