Articoli

LA PRIMA SCUOLA STATALE MONTESSORI – Mongrando/La proposta dell’Educatrice Alessia Salvini: “Manca una realtà simile nel Biellese”.

“Si chiama “The Westacre Montessori School Nursery” e si trova in Norfolk, non lontano da Anmer Hall, dove il duca e la duchessa di Cambridge hanno deciso di far crescere i loro figli. È bastato che il rampollo della casa reale britannica George, erede al trono di Kate Middleton e del principe William, varcasse la soglia di questo asilo, ispirato al metodo educativo sviluppato da Maria Montessori, per far tornare d’attualità l’argomento. Più in Italia, per paradosso, che all’estero: basti pensare che, nel mondo, il metodo nato nel 1907 è applicato in oltre 22mila scuole, mentre nel Paese natale della nota pedagogista e medico, invece, di simili strutture se ne trovano poco più di 150, quasi tutte materne ed elementari concentrate al Nord. Biellese escluso, restando al Settentrione: in provincia, di scuole montessoriane riconosciute e statali non ne è mai stata aperta nessuna.

Una “Montessori” per il Biellese. Fino ad oggi. Sì, perché le cose potrebbero presto cambiare. Il condizionale è d’obbligo, dal momento che si attende l’ok al progetto. Ma, certo, la notizia costituisce un “unicum” sul territorio, e a tutto il territorio intende, se approvata, rivolgersi. Si tratterebbe di una nuova sezione di scuola primaria statale a indirizzo montessoriano, cui farebbero capo le elementari di Mongrando. E lì, a Mongrando, dovrebbe sorgere: il sindaco, Tony Filoni, sostiene il progetto, a firma di una educatrice specializzata della zona, Alessia Salvini, 45 anni, mamma di una bambina di 9.

L’aggettivo “statale” è certo una caratteristica importante dell’iniziativa, come spiega la stessa educatrice: «Ho pensato a una primaria statale che possa essere alla portata di tutti. Questo garantirebbe veramente accessibilità, se pensiamo che di norme le scuole montessoriane non sono statali e hanno rette molto elevate, che arrivano anche a 500 euro al mese. Ho avuto due incontri con la dirigenza scolastica della primaria di Mongrando e la proposta verrà messo ai voti nel prossimo consiglio. Se sarà un sì, si procederà; se sarà un no, vedremo. Sono ottimista».

Il metodo Montessori è, infatti, l’ingrediente fondamentale dell’attività di Alessia Salvini (“Il Montessori a casa”), educatrice e “TataFamilyCoach”: «Porto il metodo Montessori a casa – racconta – creando Incontri con gruppi di genitori della durata di un week end e facendo consulenze personalizzate a domicilio, lavorando sulla preparazione dell’ambiente montessoriano e il rapporto adulto/bambino. Si rivolgono a me, infatti, genitori, nonni, zii, educatori, tate». Consulenze e Incontri che portano questa professionista biellese in giro per l’Italia: «E proprio visitando altre zone, spesso assisto alla nascita di realtà scolastiche legate al metodo Montessori, cosa che qui nel Biellese, a livello statale, non è stata presa in considerazione. Così, ho pensato di farlo io stessa, cercando di realizzare questo mio grande sogno, con l’appoggio dell’Opera Nazionale Montessori di Roma.»

Libera scelta, concentrazione, fiducia, ascolto e autonomia. Un lavoro manuale, in uno spazio organizzato, tempi adeguati alle esigenze del bambino e attività mai imposte, ma che ne seguano le propensioni. Questo il contenuto che potrebbe riempire l’aula della prima classe della prima scuola statale montessoriana del Biellese, con sede a Mongrando: «Questo progetto vuole essere un’opportunità di scelta in più per i genitori non solo di Mongrando ovviamente, ma per tutto il Biellese, la provincia e probabilmente anche oltre. L’obbiettivo primario è il benessere del bambino, loro sono il nostro futuro proprio come dice Maria Montessori “Il Bambino è il padre dell’uomo».”

(Giovanna Boglietti – Eco di Biella del 14 Gennaio 2016)

LETTERE SMERIGLIATE MONTESSORI

Descrizione: Si tratta di 26 tavolette blu e rosse in legno decorate sul fronte da lettere in corsivo smerigliate  (vocali rosse e consonanti  blu), all’interno di un contenitore in legno. (Età: dai 36 mesi)

Nel momento in cui il bambino manifesta l’interesse per questo tipo di lavoro lo si aiuta per trasportare il contenitore su un tavolino o sul tappeto a terra, quando é più piccolo.

Ci si siede alla destra del bambino, si sceglie  la prima lettera da presentare, con la mano sinistra si tiene ferma la tavoletta e con le dita (indice e medio) della mano destra si percorre la strada corretta della lettera sulla parte smerigliata nel senso corretto della scrittura; si tocca e poi si nomina per tre volte. Al termine si conclude con l’invito “Vuoi fare tu?”

Successivamente vi è la lezione dei tre tempi.

1) La nomenclatura: “Questa è la lettera…..” indicandola.

2) La risposta fisica: “Elisa, prendi la lettera…., tocca la lettera…., indica la lettera…”.

3) Domanda e risposta verbale: “Elisa, come si chiama questa lettera?”

Al termine si procede con il riordino.

Buon lavoro a voi tutti!

Alessia Salvini TataFamilyCoach Montessori

I 10 DESIDERI DEI BAMBINI – “IL MONTESSORI A CASA”

I reali desideri dei nostri bambini fin dal giorno della loro nascita. Accorgiamoci…

1) DATECI AMORE  –  Concepiteci per amore, chiamateci alla vita per il desiderio di esprimere vita.
Solo l’amore consente, infatti, di crescere provando l’amore per la vita, per gli altri, per gli animali,
per il sapere, per le regole e per il rispetto.

2) DATECI ATTENZIONE  –  Il vostro tempo e non le vostre ricchezze sono i beni più preziosi. La vostra presenza,
la vostra cura: nessun regalo, per quanto prezioso, nessuna baby sitter può sostituire il bene unico e prezioso
della vostra presenza.

3) RISPETTATE I NOSTRI TEMPI  –  Consentiteci di crescere rispettando i “nostri tempi”, senza forzarci, senza
obbligarci a fare dei passaggi che non rispettano il nostro sviluppo psicofisico, la nostra competenza emotiva,
il nostro cuore.

4) RIMANETE AL NOSTRO FIANCO  nei passaggi della vita. Fateci sentire la vostra compagnia, il vostro sostegno, la
vostra presenza. Non negateci il vostro affetto e, anzi, fateci sentire che esso è incondizionato.
Abbiamo bisogno di esplorare la vita e, inizialmente, dovete essere al nostro fianco.

5) CONSENTITECI DI SBAGLIARE senza giudicarci, senza dare voti, senza emettere sentenze, giudizi, perchè
sbagliare fa parte dell’esperienza della vita.

6) DATECI LA VOSTRA GUIDA  –  Se voi ci guidate lungo la strada della vita, vi seguiremo, faremo come voi,
impareremo ad andare, ad affrontare le salite, le scalate, a evitare i burroni, a esplorare le grotte, a trovare i
luoghi giusti dove riposare. Se voi ci guidate, impareremo a marciare e, nel tempo, diventeremo anche noi
delle guide.

7) DATECI REGOLE CHIARE , limiti ben precisi. Poche e chiare regole comprensibili alla mente e al cuore.
Regole che aiutino a trovare la strada dei comportamenti sereni. Regole che voi stessi rispettate.

8) SIATE AFFIDABILI e non tradite mai le promesse che ci fate.

9) MOSTRATECI L’AMORE CHE PROVATE  per noi. Abbiamo bisogno di coccole. Perchè, come dice Arthur Janov:
“Le coccole fanno maturare il cervello”.

10) DATE SPAZIO ALLA GIOIA , aprite il vostro cuore alla gioia, ricercatela e donatela a noi poichè è la gioia a
illuminare la vita, a creare quelle preziose, intime, psicologiche condizioni che consentono di affrontare le
esperienze della vita con la serena consapevolezza e la speranza di essere amati e di poter ricambiare il dono.

(di Claus Dieter Kaul, formatore Montessori)

Alessia Salvini TataFamilyCoach Montessori – “IL MONTESSORI A CASA”