Oggi vi spiego e vi mostro come si presenta questo lavoro ai vostri bambini.

Età: dai 30 mesi.

Descrizione

Si tratta di 10 tavolette in legno compensato di colore verde dello spessore di 0,4mm riportanti su di un lato i numeri smerigliati dallo 0 al 9. Contenuti dentro un contenitore di legno.

Presentazione

Si invita il bambino a lavorare: “Vuoi lavorare? Oggi ti presento i numeri smerigliati.”

Si trasporta il contenitore di legno con i numeri, sostenendolo con entrambe le mani, al posto scelto per lavorare (anche terra su un tappeto, meglio sul tavolo).

Ci si siede alla destra del bambino.

Si comincia con un numero, si può continuare con tre numeri alla volta, dipende dal bambino.

Si afferra una tavoletta/numero e la si posiziona sul tavolo davanti a noi e al bambino.

Appoggiamo la mano sinistra piatta sul lato sinistro della tavoletta tenendola ferma.

Con l’indice e il medio della mano destra si ‘percorre’ il numero seguendo il senso corretto della scrittura.

Si compie questo gesto per tre volte e poi si chiede al bambino: “Vuoi fare tu?”

“Qualunque sia il lavoro che il bambino sceglie, purchè vi persista, è la stessa cosa. Poiché ciò che ha valore non è il lavoro in sé ma il lavoro come mezzo per la costruzione dell’uomo interiore”

Lezione dei tre tempi

1° tempo
La nomenclatura: ‘1’ e indichiamo il numero. Coordinazione oculo-manuale.

2° tempo
Risposta fisica: “Elisa prendi il numero ‘1’ ” … “Elisa tocca il numero ‘1’ ” …. “Elisa indica il numero ‘1’ “.

3° tempo
Domanda: “Elisa che numero è questo? E questo?….”

Al termine si procede con il riordino del lavoro.

Una volta che il bambino conosce ed ha interiorizzato diversi numeri, si può proseguire questo lavoro affiancando al numero/tavoletta un vassoio contenente semolino, mostrando al bambino come ‘scrivere’, affondando le dita nel semolino stesso, il numero corrispondente.

In seguito, quando il bambino sarà abile nella presa a principe (pollice-indice-medio) si potrà procedere affiancando al numero/tavoletta, una lavagnetta con il gessetto e procedere con la presentazione, scrivendo il numero corrispondente.

A seguire invitiamo sempre il bambino a lavorare da solo lasciandolo sperimentare per tutto il tempo a lui necessario.

È importante che il bambino segua la ‘strada’ giusta del senso della scrittura dei numeri. Se compie degli errori, sarà utile da parte nostra ripresentargli il senso corretto di scrittura del numero.

Scopo diretto

Riconoscere tutti i simboli numerici.

Scopo indiretto

Coordinazione oculo-manuale, favorire il controllo del movimento, riconoscere la corrispondenza tra fonema e grafema.