Gennaio è un periodo di scelte importanti.

E’ il momento di decidere a quale asilo iscrivere il nostro bambino, quale scuola elementare scegliere, a quale scuola media iscrivere i nostri ragazzi e quale scuola superiore scegliere.

Non è semplice, né tantomeno facile. Dobbiamo fare i conti con molti aspetti, tra cui:

  • La qualità della scuola o asilo che stiamo scegliendo
  • La preparazione non solo sul Fare, ma soprattutto sull’Essere dei futuri insegnanti, educatori o professori con i quali i nostri figli trascorreranno molto del loro tempo
  • Una sorta di comodità rispetto alla distanza tra la scuola e dove abitiamo

Sono io la prima a professare che non bisogna scegliere la scuola o l’asilo dei propri figli in base alla distanza, ma in base alla qualità, poi se le due cose coesistono entrambe, ben venga!

Il problema nasce quando per trovare la struttura che tanto vorresti per tuo figlio, stai valutando di trasferirti in un’altra città, con il rischio di allontanarti dal papà che lavora dove attualmente si sta vivendo.
Conosco molto bene questa situazione perché l’ho vissuta diversi anni fa, quando dovevamo scegliere la scuola elementare per nostra figlia.

Cosa abbiamo fatto?
Prova a pensarci, abbiamo messo sulla bilancia tutti gli elementi valutabili, sia se avessimo preso una decisione, sia se avessimo preso l’altra…una sorta di lista dei pro e dei contro molto delicata. Lo ripeto non è e non è stato facile scegliere, ma alla fine abbiamo scelto di restare, cercando sul territorio la soluzione migliore rispetto agli aspetti sopra citati.

Ogni tanto, nei momenti più difficili ci ripenso, ma con i se i ma non si va da nessuna parte, e la scelta fatta è stata la nostra scelta.
Oggi continuiamo a scegliere e a fare del nostro meglio per nostra figlia che da pochi mesi ha iniziato un nuovo percorso scolastico.

Essere genitore ed esserlo secondo il pensiero montessoriano, è una prova di crescita quotidiana, perché ogni pensiero e ogni scelta non si fondano più su paure e bisogni, ma sulla fiducia, sul rispetto e sulla libertà di scegliere.

Quindi, se in queste settimane stai facendo le tue valutazioni per scegliere dove iscrivere tuo figlio o tua figlia, cerca il meglio per lei o per lui, ma che allo stesso tempo sia una scelta che fa star bene voi.

Importante azioni da fare e tenere a mente:

  • Chiedi di incontrare e parlare con quelli che saranno gli insegnanti o gli educatori dei tuoi figli.
  • Ascoltali con attenzione e senti che sensazione ti danno: tranquillità, accoglienza o ansia e timore?
  • Non aver paura di fare domande, stiamo parlando del benessere di tuo figlio/a, non stiamo scegliendo una lavatrice nuova
  • Se tuo figlio o tua figlia è con te, osservalo/a durante il tuo colloquio.
  • Se stai valutando una scuola Montessori bene, ugualmente incontra le insegnanti, ritengo che siano sempre le persone a poter fare la differenza in una scuola, indipendentemente dal tipo di indirizzo…se poi è a metodo Montessori…meglio.

Prima di salutarti ti condivido e ricordo queste parole di Maria Montessori:

“È necessario che l’insegnante guidi il bambino, senza lasciargli sentire troppo la sua presenza, così che possa sempre essere pronto a fornire l’aiuto desiderato, ma senza mai essere l’ostacolo tra il bambino e la sua esperienza.”

Ti auguro una buona scelta, ricordati che non esiste la scelta giusta o sbagliata, esiste la vostra scelta in quanto genitori, questo è ciò che conta e che deve far star bene voi, nessun altro.
E se hai qualche dubbio, o hai bisogno di un confronto, non esitare a scrivermi, sarà per me un piacere poterti essere d’aiuto.

(nella foto: Elisa un po’ di anni fa)

Alessia Salvini
la tua Formatrice e FamilyCoach Montessori